La Repubblica – Umberto Scipione (Benvenuti al Sud)

CINEMA, DOCENTE SANTA CECILIA FIRMA COLONNA SONORA “BENVENUTI AL SUD” E ARRANGIAMENTO BRANO TRIBUTO A BEATLES
Anche un musicista romano sarà protagonista del concertone che Londra tributerà per il cinquantesimo anniversario dei Beatles in programma alla Royal Albert Hall il 28 ottobre. Si tratta di Umberto Scipione, salito all’onore delle cronache in questi giorni per aver firmato l’incisiva colonna sonora del film “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero con Claudio Bisio e Alessandro Siani (al primo posto al botteghino), ma anche docente al conservatorio di musica di Santa Cecilia, dove accanto ai corsi di classica legati ai suoi adorati pianoforte e clarinetto, semina laboratori più sperimentali dove insegna niente meno che “pop music”. Personaggio quanto mai poliedrico Scipione, che fa musica da sempre (il padre e il nonno erano già orchestrali), accanto all’insegnamento classico, alle produzioni discografiche (è lui che scoprì a 13 anni Anna Tatangelo portandola a Sanremo) cavalca la sua grande passione di tradurre in musica le immagini, tra cinema, spot pubblicitari, documentari, corti, programmi radiofonici. E il suo estro è
stato scelto direttamente dagli organizzatori dell’evento beatlesiano, che gode della “benedizione” di sir Paul McCartney: “Mi è stato chiesto di arrangiare un brano dei Beatles, Do you want to know a secret, che sarà eseguito dalla Royal Philharmonic Orchestra. Dall’organizzazione del concerto era richiesta per questa canzone la presenza del clarinetto in organico che ovviamente non era previsto nella versione originale dei Beatles. La cosa che mi ha lusingato di più è che il mio arrangiamento è piaciuto tanto agli organizzatori che mi hanno subito proposto di arrangiare un altro
brano, Ticket to Ride, ma i tempi erano troppo ristretti e purtroppo ho dovuto declinare l’invito. Comunque, sul palco a cantare la mia Do you want to know a secret ci sarà Maria Elena Infantino”. In questi giorni Scipione sta raccogliendo il successo della pellicola “Benvenuti al Sud”, campione di incassi al botteghino. In passato, ha firmato per la Rai le colonne sonore di oltre cento tra sceneggiati, documentari e sigle per trasmissioni televisive ed è Direttore Artistico e fondatore della Zarvel Music srl Produzioni e Promozioni Discografiche. Adesso, il grande salto sotto i riflettori del grande pubblico come compositore delle musiche del film di Luca Miniero. Nato a Gaeta, Scipione è ormai un romano doc seppur d’adozione, con il suo studio in via Sabotino, nel quartiere Prati. Ed è qui che nascono tutte le sue creazioni. Diplomato al conservatorio a 18 anni – come dice lui “nasco clarinettista ma vivo sul pianoforte” – qui è tornato ad insegnare presto (per vent’anni a Frosinone, da due a Roma) portando tutta la sua vena avant-guard, che gli ha fatto collezionare classi affollate di studenti per i suoi laboratori di informatica musicale, non altro che l’uso del computer applicato
alla musica, e la pop music. Una rivoluzione? Lui tiene sempre a ribadire: “Sono sempre un insegnante al conservatorio di musica classica dove gli studenti devono conseguire un diploma, ma con i laboratori cerco di trasmettere ai miei allievi le mie passioni e le mie esperienze”. D’altronde, confessa Scipione, “passo le mie giornate a comporre musica, la mia vita è la musica di commento, il mio sogno è il cinema”. Che ha coronato grazie a Luca Miniero per “Benvenuti al Sud”: “Ci siamo trovati subito in sintonia. All’inizio Luca mi aveva chiesto di lavorare per atmosfere e suggestioni. Da lì poi è nato il tema conduttore”. Un debutto coi fiocchi: “E’ un film che sta piacendo e questo mi soddisfa. Poi, proprio ieri una persona incontrata in ascensore fischiettava il motivo del film. Meglio questo di tanti complimenti”. (omniroma.it)
(16 ottobre 2010 ore 16:19)

Posted on ottobre 16, 2010 in Stampa

Share the Story

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top